Categorie: Arte

Luca Giovagnoli tra rievocazione e realtà

Luca Giovagnoli vive in un’epoca in cui i ricordi si manifestano, romantici, reali e intensi. I suoi soggetti, figli di un passato vibrante, sono a volte dolci come una carezza materna, altre grotteschi, dagli abiti e dalle pose provocatorie.

L’inequivocabile nostalgia del tempo passato ci ammalia così come le morbide forme dei corpi femminili, rievocativi di un’opulenza magnificamente Felliniana.

Luca Giovagnoli, Pink Dress

Il celeste e il rosa conquistano la memoria che gli ampi e neri profili dei corpi vanno ad esaltare, elevandoli indifesi al sogno. Un’artista che ci coinvolge e ci trasporta in un passato mitico, non rievocato ma abilmente intriso di realtà. Emozionante e “vero”.

Figure umane che sono qui, nel
quadro a chiedere, in pose ribalde,
dissimulando, facendo a volte le
smorfiose, di esistere ancora.
Davide Rondoni

Luca Giovagnoli, Swimming Pool

Luca Giovagnoli, Torno Presto

Luca Giovagnoli, Summer School

Bibliografia

Luca Giovagnoli nasce a Rimini nel 1963, dove ancora oggi vive. Lavora tra la sua città natale e Milano. Il primo approccio con l’arte avviene con la grafica, alimentata dalla passione per i fumetti americani. Nascono i primi lavori che lo portano ad esordire con una personale nel 1992.

Tra le esibizioni più importanti dell’artista figurano mostre alla Galleria Spirale Arte di Milano, alla Galleria Bonelli Arte Contemporanea di Mantova e ai Magazzini del Sale di Venezia. L’artista ha partecipato inoltre ad Art Miami, alla Biennale “Contemplazioni” presso Castel Sismondo di Rimini (a cura di Alberto Agazzani) e alla prima edizione della Biennale del Disegno presso il Museo della Città, Rimini. Giovagnoli ha anche esposto alla 54° Biennale di Venezia, padiglione Italia, regione Emilia Romagna, presso Palazzo Pigorini di Parma, a cura di Vittorio Sgarbi.

Luca Giovagnoli, Magic Mirror

Luca Giovagnoli, Model

Progetto Cartello Rimini

Le opere di Luca Giovagnoli saranno esposte dal 23 settembre al 25 novembre, all’interno della mostra collettiva Rimini P’Arte. Un’occasione da non perdere che si terrà nel centro storico di Rimini, all’interno dello spazio Augeo Art Space, è la “prima” di Cartello Rimini, un progetto interessante e lungimirante di Gianluca Zamagna e Matteo Sormani, volto a promuovere l’arte contemporanea d’eccellenza di artisti selezionati sul territorio.

Si potranno contemplare opere che, oltre all’evidente valore artistico, hanno valenza culturale a testimonianza che l’arte quando è davvero tale, non divide ma unisce gli individui. Sette nomi d’eccellenza con differenti stili e temi: Stefano Cecchini, Davide Frisoni, Luca Giovagnoli, Giovanni Lombardini, Filippo Manfroni, Stefano Ronci e Francesco Zavatta.

Cartello Rimini vuole sostenere e dare visibilità all’eccellenza locale attraverso le grandi potenzialità della nuova arte, tradotta dalla collettiva nei vari linguaggi artistici e promuoverà le opere attraverso mostre e fiere anche “oltre confine”.