Categorie: Design

Dinara Kasko e le sculture 3D da mangiare con gli occhi

Dinara Kasko è un’architetta con la passione per la pasticceria. La sua particolarità è di aver saputo coniugare questi due elementi in un’unica attività: la creazione di dolci di design.

Torte in 3D che imitano sculture architettoniche esistenti, non solo nelle forme, ma anche nei materiali. Dal cemento al cioccolato, come nasce un dolce nella cucina di Dinara? Grazie a programmi come Autodesk.

Dessert the Ball

Geometry. The figure #6

Non solo torte per Dinara

Dinara Kasko ha deciso di dedicarsi a tempo pieno all’arte della pasticceria con un obiettivo preciso: fare in modo che una semplice torta possa suscitare gli stessi sentimenti di un’opera d’arte. Poter riprodurre una scultura e riproporla in una forma commestibile affidandole il compito di racchiudere in sé l’essenza dell’esperienza artistica: qualcosa di effimero e labile, difficile da conservare. Proprio perché le torte-scultura nascono da un concetto così alto, per Dinara l’estetica ha un ruolo fondamentale. L’aspetto di un dolce ha la stessa importanza del gusto e lei se ne prende cura mettendo in pratica tutte le sue conoscenze di architettura.

The Bubbles with exotic fruit

Come nasce un dolce di design

Le creazioni di Dinara nascono grazie a stampi 3D in silicone realizzati sulla base di progetti creati al computer. I modelli costruiti da macchine industriali sono in vendita sul suo sito insieme alle torte e alle ricette per realizzarle. Proprio gli stampi sono stati il punto focale del progetto Kinetic Tarts. Progetto che ha visto, tra gli altri, la riproposizione in formato commestibile di una scultura multistrato dell’artista José Margulis. La somiglianza è tale che, se non si trattasse di una copia di cioccolato, ci sarebbe da parlare di vera e propria contraffazione.

Geometrical kinetic tarts

Per il futuro la missione di Dinara sarà di continuare a studiare per creare forme sempre più complesse creando un equilibrio perfetto tra sculture belle da vedere, ma soprattutto buone da mangiare.