I collages digitali di Chloé Bouygues Bolloré

Chloé Bouygues Bolloré è un’artista parigina che lavora con il collage digitale. Osservando il suo portfolio e le sue opere si viene subito colpiti dalla sua contagiosa joie de vivre. I suoi “dipinti” di presentano come opere di Pixel Art, veri e propri mosaici digitali, che però sono composti da una moltitudine di fotografie.

All images by © Chloé Bouygues Bolloré

L’opera ha quindi due livelli di lettura. C’è il soggetto “pixellato” che può essere un viso, un animale, una frase… Questo soggetto sembra a tutti gli effetti una fotografia. Avvicinandosi all’opera, poi, si riesce a coglierla nella sua interezza. Ogni tassello di questo mosaico è a sua volta una fotografia che contribuisce, con il suo tono, alla resa dell’immagine finale.

Dal “gioco” alla Pop Art 2:0

Per Chloé Bouygues Bolloré tutto iniziò per gioco. Stava cercando un regalo originale da fare a suo marito per l’anniversario del loro matrimonio e pensò di regalargli un collage, fatto a mano, composto dai loro momenti più importanti. Delusa dal risultato, decise di trasferire l’intero processo in digitale, in modo da poter controllare con più precisione l’impatto di ogni singola fotografia, di ogni tassello di questo mosaico. Il risultato fu strabiliante e iniziarono ad arrivarle richieste per replicare l’opera, con altri soggetti composti da fotografie che fossero rilevanti per chi le commissionava l’opera.

Chloé instaura un rapporto speciale con i suoi committenti, che le affidano un pezzo della loro vita. Tutto inizia da una foto, che coincide con l’immagine finale, quella che sarà appesa al muro. Per costruire questa foto, poi, le vengono consegnate decine, centinaia di fotografie, tutte in qualche modo importanti per la resa finale. Chloé le ordina meticolosamente e sceglie in quale punto inserire ciascun tassello. Il dipinto digitale finale racchiude tutte queste foto e la forza e l’emozione di queste opere è proprio qui!

L’artista è sempre più conosciuta (e riconosciuta) a livello internazionale. Ha collaborato, inoltre, con Marionnaud che, nel 2015, ha sponsorizzato un progetto per celebrare il concetto di bellezza universale femminile. Un gigantesco volto di Marilyn Monroe di 100m2, composto da centinaia di foto di donne da tutto il mondo, è stato esposto in rue Saint Honoré, nel cuore di Parigi. Chloé ha anche collaborato con Facebook, che le ha commissionato un’opera dal forte valore simbolico per il social network.
Potete seguire Chloé Bouygues Bolloré sul suo sito web, su Facebook e Instagram.